Cosa Visitare a Erice: i luoghi da vedere assolutamente

Moltissime sono le mete in Italia che vale la pena visitare, ma di certo una delle regioni più ricche di meravigliosi scorci è la Sicilia. Una delle città siciliane che davvero costituisce un Unicum con il suo piccolo e incantato borgo medioevale è la città di Erice. Erice è di certo uno dei luoghi della Sicilia da vedere e che riesce a dare il meglio di sé in qualunque stagione dell’anno.

Il Borgo medioevale di Erice

Erice è sicuramente uno di quei luoghi magici come pochi ce ne sono non solo in Italia, ma nel mondo. Questo piccolo paesino arroccato a 750 metri sopra la cima di un monte spicca con il suo borgo medievale sul Golfo di Trapani. Le caratteristiche strade molto piccole, strette e completamente lastricate con cortili e chiesette, la rendono davvero una meta magica.

Non esiste una stagione migliore di un’altra per visitare Erice, poiché questo piccolo borgo ci permette di camminare nell’aria fresca e frizzantina anche con le elevate temperature estive. In tutte le stagioni la magia di questo piccolo borgo che si affaccia sul Golfo è davvero impareggiabile. La vista delle Saline in lontananza, che si stagliano in tramonti davvero meravigliosi sulle isole Egadi, lascia il visitatore affascinato e attonito.

Se da un lato Erice si affaccia sul mare, dall’altro si affaccia sulla Vallata Valderice e sull’entroterra siciliano ricco di campi coltivati. Una passeggiata nel borgo di certo affascina moltissimo tutti coloro che la visitano e che qui non troveranno solamente un paesaggio meraviglioso, ma anche luoghi davvero importanti dal punto di vista storico artistico.

Luoghi da visitare

Oltre alla meravigliosa collocazione geografica che di certo è il fiore all’occhiello di questo piccolo borgo, molto importanti è anche il patrimonio storico-artistico della cittadina. Vale sicuramente visitare il Duomo con il suo altissimo campanile situato proprio dopo l’arco principale che funge da entrata diretta del paese.

Il Duomo si affaccia sulla grandissima piazza da cui è possibile avere uno scorcio meraviglioso dell’interno della città. Esso è stato costruito in onore della Vergine dell’Assunta da Federico d’Aragona intorno al 1300 e richiama uno stile gotico non ancora completo ma ibrido. Le parti aguzze del Duomo dalla pietra chiara, riflettono la luce del sole facendolo apparire ancora più maestoso agli occhi del visitatore.

Il campanile si trova proprio di fianco alla chiesa e aveva una duplice funzione di Torre campanaria, ma anche di piccola vedetta a scopi difensivi per la città. Dall’alto della Torre del campanile, infatti, è possibile ammirare in tutta la sua vastità la valle su cui si affaccia Erice.

Una volta visitato il Duomo è possibile, tramite le stradine laterali situate dietro di esso, cominciare la visita vera e propria del borgo medioevale.  Una visita non può certo mancare al Castello di Venere, un castello di epoca Normanna che sorge a strapiombo proprio sulla punta della Rocca. Da qui è possibile, ancora una volta, godere di una vista davvero impareggiabile. Proprio poco distante dal castello è possibile ammirare, inoltre, le Torri Pepoli, nonché la meravigliosa Villa Comunale Balio.

Oltre alle bellezze storico-artistiche non bisogna però dimenticare quanto la Sicilia in generale e di conseguenza anche Erice, siano anche in grado di offrire dal punto di vista gastronomico. Molto famose sono le pasticcerie e i dolci che è possibile assaggiare ad Erice. Tra i dolcetti alle mandorle, la frutta Martorana e le cassatelle, sarà di certo possibile non solo ammirare la città, ma anche assaggiare le prelibatezze che essa ha da offrire al visitatore.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*