Cosa visitare in Slovacchia: i luoghi più interessanti da vedere

Spesso sottovalutata la Slovacchia è invece una delle mete turistiche più affascinanti dell’Est Europa, una regione tutta da scoprire per ammirare i suoi numerosi castelli, la natura selvaggia e i paesaggi unici del territorio slovacco. Tantissime le attività che si possono fare, dallo sci al trekking in alta quota, dalle escursioni in bicicletta alle passeggiate nei centri storici dei villaggi slovacchi. Ecco alcuni dei luoghi più suggestivi da visitare in Slovacchia.

Bratislava, la capitale della Slovacchia

Sicuramente una delle destinazioni principali della Slovacchia è Bratislava, la moderna capitale del paese, una città tranquilla ideale per un fine settimana. Da vedere assolutamente la parte storica di Bratislava, con gli edifici principali situati intorno alla centrale piazza Hviezdoslav, tra cui il Teatro Nazionale e la statua di Massimiliano II, fermandosi in uno dei tantissimi ristoranti e bar della zona.

Meritano una visita anche la Cattedrale di San Martino, la più prestigiosa della città slovacca, Palazzo Grassalkovich in puro stile barocco, la particolarissima Chiesa Blu, una costruzione in stile Art Nouveau dei primi del 1900 e le statue di Cumil, originali opere che spuntano a sorpresa dal manto stradale, che ritraggono una persona che sembra emergere dalla superficie rimanendo appoggiata con i gomiti sulla strada.

Castello di Spis

Una delle principali attrazioni della Slovacchia sono i suoi meravigliosi castelli, disseminati un po’ ovunque nel suggestivo territorio slovacco. Da non perdere è il bellissimo Castello di Spis, dichiarato Patrimonio dell’Umanità UNESCO, oggi monumento nazionale della Slovacchia. Si tratta di una fortezza imponente, eretta in cima a una collina situata ai piedi del villaggio di Zehra, nelle vicinanze della città di Kosice.

All’interno sono conservati ed esposti oltre 12.000 reperti, tra cui si annoverano documenti originali, armi medievali e oggetti di vita quotidiana, collezionati nel corso dei secoli. La collezione comprende sia articoli appartenuti ai proprietari del castello, sia opere della cultura della regione, con una serie affascinante di sculture e dipinti del periodo tra il XV e il XIX secolo.

Parco Nazionale del Paradiso Slovacco

Chi ama i luoghi naturali deve necessariamente programmare una visita al Parco Nazionale del Paradiso Slovacco. Si tratta di un posto unico di rara bellezza, dove regna la pace e i rumori tipici della natura incontaminata, una zona di circa 20 mila ettari dove incontrare formazioni rocciose di calcare, canyon, grotte, fiumi, gole e le famose scale di legno.

Una delle formazioni più apprezzate dai turisti è la grotta di Dobsina, protetta come Patrimonio Naturale dell’UNESCO, visitabile grazie a una serie di percorsi adatte anche ai principianti delle escursioni. Da non perdere le camminate e le arrampicate sulle scale di legno, posizionate in vari punti del parco per consentire di ammirare panorami unici, entrando e uscendo dai canyon senza dover usare corde e picchetti.

Castello di Devin

Nelle vicinanze di Bratislava di trova il suggestivo Castello di Devin, una costruzione ormai in rovina arroccata su una rupe a circa 200 metri d’altezza. Il paesaggio in questa zone è particolarmente affascinante, infatti si tratta di un punto in cui si incontrano Morava e il fiume Danubio, mentre alle spalle si presenta lo spettacolo della natura incontaminata tipica del territorio slovacco.

Il castello di Devin ha oltre 2.000 anni di storia, infatti risale all’incirca al I secolo a.C. quando nell’area erano stanziati i Celti, durante il periodo di dominio dei Romani. Oggi è stato parzialmente restaurato, soprattutto per bloccarne il progressivo deterioramento a causa dell’esposizione agli agenti atmosferici. All’interno delle grotte sotterranee vengono allestite mostre ed esposizioni permanenti e temporanei.

Parco Nazionale del Tatra

Costituito nel 1949 il Parco Nazionale del Tatra occupa una vasta porzione di territorio naturale, presente sia in Slovacchia che in Polonia. L’area si trova nella parte settentrionale del Paese, ai piedi dei monti Tatra da cui prende il nome il parco, una zona dove la natura regna incontrastata e spiccano alcune delle vette più alte della Slovacchia.

Luogo ideale per escursioni e gite in bicicletta, il Parco Nazionale del Tatra mette a disposizione dei turisti sentieri tracciati, percorsi naturalistici di rara bellezza e piste ciclabili. L’unica limitazione riguarda gli itinerari che arrivano in alta quota, i quali rimangono chiusi durante i rigidi inverni slovacchi, ma sono percorribili dalla prima metà di giugno fino a ottobre.

Castello di Orava

Tra i luoghi da visitare in Slovacchia c’è anche il Castello di Orava, costruito sull’omonimo fiume, location misteriosa che fu scelta come ambientazione per il film Nosferatu il vampiro, prodotto a partire dal celebre romanzo di Bram Stoker. L’origine del castello è piuttosto incerta, tuttavia recenti studi indicano come possibile datazione il XIII secolo, sebbene alcune testimonianze mostrino che anche nei secoli precedenti erano presenti delle strutture in legno.

Anticamente il Castello di Orava era una vera e propria fortezza militare difensiva, ma nel 1800 venne ricostruito in seguito a uno spaventoso incendio che distrusse parte dell’edificio. Oggi il castello ospita il Museo di Orava, con un’ampia collezione di mobili, oggetti d’arredamento e suppellettili recuperati da antiche abitazioni localizzate nella regione di Orava, testimonianze delle influenze delle diverse epoche storiche.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*