Cosa vedere a Roma: i luoghi più suggestivi da visitare

Roma è una delle città più visitate al mondo, un luogo con un’incredibile ricchezza storica, culturale e artistica, un posto che richiederebbe una vita intera per scoprirne tutti i monumenti, i  musei, le chiese e i luoghi simbolo. Tuttavia esistono dei posti che bisogna vedere assolutamente a Roma, icone della città eterna come il Colosseo, Piazza Navona, San Pietro, Villa Borghese e il Pantheon, soltanto per citarne alcuni. Ecco allora quali sono i luoghi più suggestivi da non perdere durante le vacanze romane.

Luoghi da visitare a Roma: Colosseo e Fori Imperiali

Tra i luoghi più rappresentativi della capitale c’è ovviamente il Colosseo, il monumento simbolo del potere dell’Impero Romano, ancora oggi emblema di Roma nel mondo. L’area del Colosseo e dei Fori Imperiali è il punto di partenza per qualsiasi turista, per visitare Roma partendo dal cuore del centro storico della città. Per arrivare basta prendere la linea B della metropolitana, scendendo all’omonima fermata, per scoprire al momento dell’uscita una delle viste più suggestive del nostro Paese. Dopodiché è possibile proseguire su via dei Fori Imperiali, per ammirare i resti di una delle zone archeologiche più ricche della capitale, passeggiando a piedi oppure acquistando il biglietto unico per visitare entrambi i luoghi.

Cosa vedere a Roma: Piazza Venezia e l’Altare della Patria

La visita di Roma continua proseguendo su via dei Fori Imperiali, arrivando a Piazza Venezia per ammirare l’imponente monumento dell’Altare della Patria, realizzato sotto il Ventennio fascista di Mussolini. Il monumento è realizzato quasi interamente in marmo, un trionfo dell’epoca prebellica, sulle cui scalinate è possibile assistere al cambio della guardia. Nella parte posteriore della struttura, con entrate sul lato sinistro e quello destro, si trovano due importanti musei, il Museo del Risorgimento e il Vittoriano, dove vengono allestite regolarmente mostre ed eventi culturali e artistici di particolare pregio, con opere di artisti del calibro di Caravaggio, Masaccio, Tiziano e Andy Warhol.

Cosa fare a Roma: Basilica di San Pietro e Musei Vaticani

Altrettanto riconosciuta come simbolo della città di Roma è la Basilica di San Pietro, centro della Cristianesimo nel mondo occidentale e una delle chiese più belle e suggestive del pianeta. Realizzata e decorata da tantissimi architetti, che si succedettero nella creazione di questa incredibile chiesa, San Pietro è un luogo unico sia all’interno che dall’esterno. Assieme alla visita della chiesa non si possono non vedere anche i Musei Vaticani, un museo tra i più visitati e apprezzati del mondo, al cui interno si trova la spettacolare Cappella Sistina capolavoro del maestro Michelangelo, le bellissime sale di Raffaello e centinaia di opere di straordinaria importanza artistica e storica.

Cosa visitare a Roma: il Pantheon

Considerato ancora oggi, dopo oltre duemila anni dalla sua costruzione, l’edificio con la cupola più maestosa e una delle strutture architettoniche più spettacolari al mondo, il Pantheon è un’icona della capitale d’Italia. Costruita tra il 118 e il 125 d.C., la cupola del Pantheon è una delle più grandi del pianeta, una soluzione ingegneristica incredibile pensando all’epoca in cui è stata realizzata, ispirando decine di architetti e ingegneri alle prese con i rivestimenti di chiese e cattedrali in tutta Europa. All’interno si trova anche la tomba di Raffaello, su cui Michelangelo incise un meraviglioso epitaffio, omaggiando l’artista come soltanto un uomo del suo calibro poteva fare.

Cosa vedere assolutamente a Roma: Fontana di Trevi

Simbolo della dolce vita grazie al famoso film di Fellini e alla scena con Anita Ekberg, che entrava nella fontana e chiamava un giovane Marcello Mastroianni, Fontana di Trevi è uno dei luoghi più visitati di Roma, con migliaia di turisti ogni giorno che vogliono lanciare la monetina della buona sorte. Da ammirare le bellissime statue che adornano le fontane, che hanno dato vita a una delle opere più suggestive e complesse di quei tempi, rimanendo ancora oggi una rappresentanza del genio degli scultori barocchi del 1700, adornate con strutture in travertino e marmo di Carrara.

Cosa fare a Roma: Castel Sant’Angelo

Situato nei pressi della Basilica di San Pietro, Castel Sant’Angelo è una fortezza di epoca romana, che assunse un ruolo difensivo estremamente importante durante il Medioevo, utilizzato come barriera d’entrata per proteggere la zona del Vaticano e il Papa. Oggi si tratta di uno dei luoghi più visitati della capitale, dove i turisti possono sia visitare le prigioni sotterranee che le sale interne, oppure salire all’ultimo piano del castello per ammirare una vista panoramica unica su Roma, con uno sguardo a 360 gradi sulla città eterna. Nella struttura si trovano diverse sale con affreschi e decorazioni particolarmente interessanti.

Cosa visitare a Roma Piazza Navona e Campo dei Fiori

Da non perdere a Roma è una sosta nella bellissima Piazza Navona, dove ammirare la stupenda Fontana dei Quattro Fiumi di Bernini, risalente alla metà del 1600, in cui sono raffigurate quattro statue rappresentative dei fiumi più importanti e conosciuti del tempo, il Nilo, il Gange, il Danubio e il Rio de La Plata. All’altro angolo della piazza si trova la Fontana di Nettuno, un’opera altrettanto suggestiva costruita circa due secoli più tardi da Giacomo della Porta. Piazza Navona è un punto d’incontro abituale delle passeggiate romane, facilmente raggiungibile da via del Corso passando per il Pantheon, mentre nelle vicinanze è presente Campo de’ Fiori, sede di mercati locali e diversi locali in cui fermarsi per un aperitivo o uno spuntino.

Luoghi da non perdere a Roma: Piazza di Spagna e le vie dello shopping

Tra i luoghi da visitare a Roma c’è sicuramente Piazza di Spagna, la scalinata più famosa del mondo, dalla quale si diramano le rinomate vie dello shopping. Si tratta di un itinerario classico per chi si trova nella capitale, infatti dopo aver scattato qualche foto sugli scalini di Piazza di Spagna, ammirato la Fontana della Barcaccia e apprezzato il panorama in cima alla scalinata, è possibile continuare a piedi dando un’occhiata alle vetrine delle griffe di lusso. In via dei Condotti, via del Babbuino e vie Frattina sono presenti i negozi di brand come Armani, Gucci, Hermés, Prada e Valentino, mentre continuando su via del Corso è possibile entrare negli store di Zara e H&M.

Cosa vedere a Roma: Piazza del Popolo, Villa e Galleria Borghese

Un itinerario classico da fare a Roma prevede l’arrivo a Piazza del Popolo, al cui centro si trova l’obelisco alto circa 24 metri e voluto nel 10 a.C. dall’imperatore Adriano, mentre ai lati sono situate la Chiesa di Santa Maria dei Miracoli e la Chiesa di Santa Maria del Popolo. Dopodiché è possibile scegliere se proseguire lungo via del Corso, che collega Piazza del Popolo con Piazza Venezia, oppure salire la scalinata localizzata a sinistra per entrare in Villa Borghese, uno dei parchi più belli della capitale. All’interno è possibile ammirare il panorama su Roma, passeggiare a piedi o affittando bici e risciò, oppure accedere al Museo della Galleria Borghese, disponibile solo previa prenotazione sul sito web della struttura, dove vedere opere incredibili come Amor Sacro e Amor Profano di Tiziano e San Girolamo di Caravaggio, soltanto per citarne alcune.

Cosa fare a Roma: Trastevere

Uno dei quartieri storici più interessanti è Trastevere, un luogo che ancora oggi riesce a mantenere vivo lo spirito della Roma popolare. Situato di fronte al Tevere, dall’altro lato di Piazza Navona, Trastevere è un posto ideale per passeggiare a piedi e trovare locali e ristoranti caratteristici o alla moda, ideali sia per le famiglie che per i giovani che vogliono godersi un aperitivo. Si tratta di un quartiere multiculturale, con tantissimi residenti, turisti italiani e stranieri, in cui si possono trovare anche teatri e centri culturali, con iniziative musicali e artistiche legate alle tradizioni della Roma popolare del secolo scorso.

Cosa visitare a Roma Bocca della Verità

Tappa fondamentale per ogni turista in visita nella città eterna, la Bocca della Verità è uno dei monumenti più curiosi di Roma, localizzata di fronte al Tevere nelle vicinanze di Circo Massimo. La Bocca della verità è una maschera di pietra realizzata in marmo, raffigurante il dio del mare Nettuno in posa con la bocca aperta, al cui interno c’è un’apertura dove infilare la propria mano. Narra la leggenda che quando una persona mette la mano dentro la Bocca della Verità, qualora dovesse dire una bugia, lo spirito del dio del mare prende e tira l’arto con forza, costringendo il malcapitato a dire la verità. Il monumento di trova all’esterno della Chiesa di Santa Maria in Cosmedin, che vale sicuramente una visita.

Posti da scoprire a Roma: Terme di Caracalla

Costruzione imponente ubicata nelle vicinanze del Circo Massimo e del Colosseo, le Terme di Caracalla erano un luogo dedito al relax e al piacere, un sistema spettacolare di acquedotti e caldaie che permettevano di godere di vasche d’acqua a varie temperature. Realizzate intorno al 200 d.C. per volere dell’Imperatore Marco Aurelio, le terme erano un complesso monumentale, ancora oggi visitabile sebbene non rimangono che i resti delle strutture e delle pareti, con alcuni tratti di rivestimenti superiori e pezzi di mosaici. Purtroppo dopo la caduta dell’Impero Romano le Terme di Caracalla furono distrutte durante le invasioni, tuttavia sono uno dei luoghi da visitare assolutamente a Roma prima di lasciare la capitale.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*