Viaggio tra i trulli di Alberobello: cosa vedere nel piccolo comune pugliese

trulli alberobello

Trulli di Alberobello: le attrazioni da vedere tra le bianche casette pugliesi

La Puglia è una regione meravigliosa: non solo per la buona cucina, i paesaggi e le sue bellissime città sul mare ma anche per realtà più piccole come quella di Alberobello. I trulli di Alberobello sono dal 1996 un importantissimo sito Unesco. Se l’Organizzazione delle Nazioni Uniti per l’Educazione, la Scienza e la Cultura ha attribuito loro un valore da preservare anche in futuro è perché queste caratteristiche abitazioni sono in effetti un complesso di grande rilevanza non solo per l’Italia ma per l’intera umanità.

Questo modello urbano abitativo è infatti una singolarità sopravvissuta al tempo e per questo, oltre ad essere un grande incentivo per l’attività terziaria pugliese, è anche un sito storico di estremo valore.

Al di là dei trulli, però, quali sono le cose da poter vedere durante una gita ad Alberobello?

Oggi vogliamo approfondire quest’argomento attraverso la costruzione di una utilissima guida di viaggio.

Nelle prossime righe, tutto quello che c’è da sapere sul piccolo e grazioso paesino del Sud Italia.  

Trulli di Alberobello: cosa vedere

Basilica dei Santi Medici San Damiano e San Cosma

La Basilica dei Santi Medici San Damiano e San Cosma è il principale luogo di culto del comune di Alberobello e, con molta probabilità, anche la prima cosa che incontrerete venendo qui.

Questa fascinosa chiesetta è dedicata al culto dei Santi da cui prende il nome. La venerazione per queste due figure religiose venne introdotta dai conti Acquaviva di Conversano. La basilica però è di grande importanza non solo per i fedeli del comune di Alberobello, ma soprattutto per storici e amanti dell’architettura. Dalla facciata della chiesa possiamo ammirare lo stile neoclassico, tenuto in piedi soprattutto dalla colonne corinzie e dai capitelli.

Trullo Sovrano

Passiamo ad un’altra importante attrazione popolare, il Trullo Sovrano. Quest’ultimo rappresenta l’abitazione in pietra più grande per estensione e anche un’interessantissima rappresentazione tangibile della storia di Alberobello. All’interno del Trullo Sovrano, infatti, troviamo una casa museale, da poter visitare con un ticket di pochi euro. Facendo visita a questo mini sito espositivo possiamo introdurci nella vita quotidiana di un’antica famiglia di Alberobello: un modo utile per conoscere il complesso abitativo e le sue abitudini prima dell’arrivo della modernità.

trulli alberobello

Trullo Siamese

Altro Trullo da raggiungere è quello siamese. Questa casetta dalla punta conica si caratterizza per la sua duplice struttura: il trullo Siamese è detto così per la sua forma doppia, che si snoda in due diverse abitazioni. La leggenda narra che la casa fu divisa in due parti da due fratelli, divenuti acerrimi nemici per amore di una donna. I due consanguinei decisero quindi di spartire equamente l’eredità immobiliare e di abitarvici assieme ma senza doversi vedere mai più.

Grotte di Castellana

Le Grotte di Castellana sono poco distanti da Alberobello ma vale la pena raggiungerle. La visita a queste bellissime cavità rocciose dura circa un’ora e trenta minuti. All’interno delle grotte potrete trovare uno spettacolo naturale inimitabile, costituito da stalattiti e stalagmiti di forme curiose e grottesche.

Il punto d’interesse maggiore del complesso naturale risiede nella magnifica grotta bianca.

Zoosafari di Fasano

Lo Zoo Safari di Fasano è anch’esso uno delle tappe da prendere in considerazione se si ha in programma una gita ad Alberobello, da cui dista appena pochi chilometri.

Parliamo di un parco divertimenti adatto soprattutto ai bambini. Al suo interno si trovano circa 300 animali di oltre 200 specie. Lo zoo è la meta perfetta per una giornata fuori porta con i più piccoli, quando le temperature lo permettono.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*